Salta al contenuto
Parmigiano Reggiano

Le origini del Parmigiano Reggiano DOP risalgono al XII secolo, nell'area delle abbazie benedettine e cistercensi fra Reggio Emilia e Parma. Giovanni Boccaccio nel Decameron narra che già attorno al 1200-1300 il Parmigiano-Reggiano aveva raggiunto caratteristiche del tipo moderno quindi le sue origini potrebbero risalire a diversi secoli prima.

Secondo alcune fonti sarebbe nato proprio nel territorio di Bibbiano, Comune della Val d'Enza.

Attualmente gran parte della produzione del Parmigiano-Reggiano avviene con latte prodotto da vacche Frisone, introdotte nel Novecento, ma la razza tradizionalmente sfruttata per la produzione del formaggio è la Reggiana rossa,  introdotta probabilmente dai Longobardi.  Alcuni caseifici ne usano ancora il latte per produrre un formaggio di qualità superiore, da cui l'Associazione Nazionale Allevatori Bovine di Razza Reggiana. 

Una forma di Parmigiano-Reggiano pesa mediamente 40 kg e per produrla occorrono circa 550 litri di latte,  con una media di 14 litri per ogni chilogrammo di formaggio prodotto. La produzione del latte, la trasformazione, la stagionatura minima e il confezionamento sono fatte esclusivamente nelle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna alla sinistra del fiume Reno e Mantova, alla destra del fiume Po.

ALTRE INFORMAZIONI: Parmigiano Reggiano    Consorzio    Strada dei vini e dei sapori    Comune di Bibbiano   Associazione Formaggi italiani DOP

Ultimo aggiornamento

09-11-2022 17:11

Questa pagina ti è stata utile?