Salta al contenuto

Contenuto

Anche se l'esistenza di una cappella di Praticello è riportata dal XII secolo, soggetta nel tempo a diversi Vicariati, l'attuale chiesa è stata di fatto costruita tra il 1690 e il 1703 e sostanzialmente conserva l'impianto originale. Si trova in posizione leggermente rilevata e si sviluppa in direzione est-ovest. 

Sull'ingresso centrale era dipinta ad affresco l'immagine di San Matteo Apostolo ed Evangelista; oggi è raffigurata una barca sulla cui vela è riportato il nome del Santo. Con il rinnovamento ottocentesco della facciata sono state anche collocate quattro statue entro le nicchie, rimaste a lungo vuote. Superiormente, la facciata è conclusa da un frontone triangolare.

L'interno è scandito da alte paraste di ordine ionico collegate da un cornicione che percorre tutta la chiesa. Aperture ad arco danno accesso alle cappelle laterali, quattro per lato, non comunicanti tra loro. Sopra il cornicione sono stati realizzati finestroni che, insieme a quello della facciata, assicurano una diffusa illuminazione naturale della chiesa.

Tra le cappelle spicca, per la ricchezza decorativa degli stucchi, quella del Sacro Cuore di Gesù, rifatta nel 1921 in ringraziamento per i reduci di guerra.  Il presbiterio termina con un coro absidato che custodisce il dipinto di Antonio Bresciani raffigurante la "Vocazione di San Matteo" (1765). Ancora presente l'antico altare in legno intagliato e in parte dorato risalente al sec. XVIII.

immagine google street view

Altre informazioni

Ultimo aggiornamento: 31-05-2023, 14:05